1. Home Page
  2. La finestra di Macry
  3. Un necrologio polemico
Paolo Macry

La finestra
di Paolo Macry

Un necrologio polemico

di

Sono addolorato come tanti per la scomparsa di Lucio Mauro. L’ho visto l’ultima volta a un riunione di associazioni civiche, una di quelle “cose gratuite”, di quelle “perdite di tempo” che sono più diffuse di quanto si pensi. Napoli non è soltanto l’eterno ring dove si affrontano gli amanti-a-prescindere e gli odiatori-a-prescindere. Non è soltanto la città che si offende (e offendersi, quale che sia l’ingiuria, è sentimento assai sterile).

È anche la città di persone come Lucio Mauro, che Napoli la difendono perché hanno il coraggio di denunciare quel che non funziona, di sottolineare sempre e cocciutamente gli errori degli amministratori pubblici. Che si assumono il ruolo scomodo della critica, come non sempre fanno le opposizioni politiche e i media. Che osano rifiutare la retorica buonista di cui in tanti si ergono a paladini. Persone che proprio per questo mostrano di amare Napoli molto più degli amanti-a-prescindere.

Si dirà che un necrologio non dovrebbe essere polemico. Forse è vero. Ma sono sicuro che Lucio sarebbe d’accordo con me.